Musei Vaticani

I Musei Vaticani furono fondati da Papa Giulio II nel 1506 e aperti al pubblico nel 1771 per volere di Papa Clemente XIV.

I Musei Vaticani sono tra i musei più visitati al mondo e sono ricchi di opere d’arte. Lungo il percorso espositivo possiamo trovare:

1. Cortile della Pigna

Il viaggio all’interno dei Musei Vaticani comincia proprio da qui, prima tappa: Cortile della Pigna. 

In questo cortile si trova la Sfera all’interno della Sfera in bronzo di Arnaldo Pomodoro. 

Su un lato del cortile si trova la scultura in bronzo del Pignone, opera ritrovata nel medioevo citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia. 

2. Museo Gregoriano Egizio

Le sale di questo museo sono nove, si passa da oggetti di culto dell’antico Egitto fino alla sala che conserva antichissime mummie. 

3. Museo Pio Clementino

Questo museo è il complesso più grande dei Musei Vaticani poiché conta ben 12 sale con collezioni di epoca romana e greca. Qui si trova il Gruppo del Laocoonte, una scultura che ricrea un episodio tratto dall’Eneide.

Questa scultura è importante poiché rappresenta un episodio chiave per la fondazione di Roma. L’attacco e la morte dei personaggi raffigurati nella scultura ha permesso la fuga di Enea e di conseguenza la creazione di Roma. 

4. Braccio Nuovo

Questa zona dei Musei Vaticani ospita celebri statue, tra cui la Statua del Nilo. La statua raffigura il Nilo disteso su un fianco e poggiato sulla Sfinge, richiamando fortemente l’Egitto insieme agli animali esotici presenti nell’opera.

Una curiosità di questa statua è che fu trasferita al Louvre a causa delle vittorie militari di Napoleone che obbligò lo Stato Pontificio a cedere alcune delle sue opere. Successivamente, dopo la sconfitta di Napoleone, il Vaticano ottenne la restituzione della statua del Nilo. 

5. Galleria delle Carte Geografiche

Lungo le pareti di questo corridoio di 120 metri, si possono ammirare le cartine geografiche di tutte le regioni d’Italia realizzate tra il 1580 e il 1585. 

6. Stanze di Raffaello

Come si può ben capire dal nome, le decorazioni sono state realizzate da Raffaello e dai suoi allievi per decorare i nuovi appartamenti papali realizzati tra il 1508 e il 1524.

L’affresco più importante è quello della Scuola di Atene, realizzato agli inizi del 1500 e situato nella Stanza della Segnatura.

7. Cappella Sistina

8. Pinacoteca

Qui si trovano numerosi capolavori di artisti come Raffaello, Leonardo, Giotto, Tiziano e Caravaggio. 

9. Scala Elicoidale

La Scala Elicoidale è una delle scale più spettacolari e conosciute del mondo. Molti visitatori la vedono semplicemente l’uscita dai Musei Vaticani pur essendo un capolavoro di architettura.

10. Padiglione delle Carrozze

Attenzione! Molti visitatori pensano che non ci sia nient’altro dopo la Scala Elicoidale, poiché consente di uscire dai Musei Vaticani. In realtà il Padiglione delle Carrozze è in una sezione distaccata che si trova nel cortile che porta all’uscita.

In questo padiglione si possono ammirare carrozze e automobili che hanno utilizzato i Papi nel tempo. Nella prima sezione si trovano i mezzi di trasporto ufficiali del Papa, come portantine e carrozze antiche. La seconda sezione è dedicata invece alle automobili, tra le quali troviamo molti esemplari donati ai pontefici dalle principali case automobilistiche italiane ed estere.

La papamobile più importante esibita nel Padiglione è la Fiat 1107 Nuova Campagnola sulla quale Papa Giovanni Paolo II subì, il 13 maggio del 1981, l’attentato in Piazza San Pietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
error: Content is protected !!