Bruges 

Bruges (Brugge in olandese) è una delle città belghe più importanti ed è il capoluogo della regione delle Fiandre Occidentali

Il suo centro storico è rimasto intatto durante entrambe le Guerre Mondiali e al suo interno si trovano i monumenti più importanti e famosi. I principali sono: la Torre Civica, la Piazza del Burg, la Chiesa di Nostra Signora e il Begijnhof.

Nella piazza del mercato di Bruges (Grote Markt) si trova il Beffroi di Bruges, la Torre Civica simbolo della città. Costruito nel 1282 come simbolo della ricchezza e dell’indipendenza della città, grazie ai suoi 83 metri di altezza un tempo veniva usato come osservatorio da cui i soldati controllavano il territorio cittadino. La piazza è circondata da caratteristiche case dalle guglie appuntite, un tempo sedi delle corporazioni, risalenti al 1200.

Vicino alla Grote Markt sorge uno dei nuclei più antichi di tutta la città: la Piazza del Burg. Un tempo centro politico e religioso, il Burg si sviluppa su una pianta quadrata ed era originariamente una fortezza murata alla quale si poteva accedere solamente attraverso grandi cancelli. Sulla piazza si affaccia il Municipio in stile gotico costruito nel 1420. In Piazza del Burg si trova la Basilica del Sacro Sangue, una doppia cappella edificata nel XII secolo alla quale è stato conferito il titolo di Basilica solamente nel 1923. All’interno della Basilica del Sacro Sangue, realizzata inizialmente in stile romanico e poi ricostruita completamente in stile gotico, si trova una delle reliquie più venerate: una fiala di cristallo nella quale, secondo la tradizione, sono conservate alcune gocce del sangue di Cristo.

La Chiesa di Nostra Signora con il suo campanile di 122 metri d’altezza è tra gli edifici in mattoni più alti del mondo, superato solamente dalla Mole Antonelliana di Torino e dal campanile della chiesa tedesca di San Martino, a Landshut. La costruzione fu iniziata nel 1230 e i lavori terminarono solamente nel 1465, anno in cui fu completato il Portale del Paradiso. 

Un muro di protezione e un portale del 1700 preservano la tranquillità e la pace del Begijnhof “De Wijngaard”, un gruppo di case bianche raggruppate intorno ad un giardino alberato, un tempo abitate dalle beghine di Bruges, oggi sostituite dalle monache dell’Ordine di San Benedetto. Il Beghinaggio di Bruges è uno dei pochi e meglio conservati complessi sorti intorno al XIII secolo nelle Fiandre come comunità monastica di donne sole e vedove. Come tutti i beghinaggi è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
error: Content is protected !!