Palazzo Te – Mantova

Vennero ristrutturate le antiche scuderie esistenti sull’Isola del Te per costruire li Palazzo Te che era destinato allo svago, alle feste e ai ricevimenti di Corte Gonzaga. Il Palazzo Te fu costruito tra il 1525 e il 1534 su ordine di Federico II Gonzaga in onore dell’amante Isabella Boschetti. 

La sede principale dei Gonzaga a Mantova era il Palazzo Ducale. 

Il Palazzo Te, invece, è stato voluto dal duca Federico II Gonzaga come luogo di addestramento dei suoi cavalli. 

È un edificio a pianta quadrata, come le antiche domus romane, al cui centro si trova un grande cortile quadrato. Le Fruttiere e l’Esedra sono state realizzate in un periodo successivo, circa verso la fine del 1500. L’ala settentrionale del palazzo (verso i giardini Te) è l’antica scuderia.

All’interno del Palazzo Te le sale più importanti sono: Camera dei Giganti, la Sala dei cavalli (la più ampia destinata alle feste da ballo) e la Camera di Amore e Psiche (destinata ai banchetti). 

Il luogo più importante e famoso del Palazzo Te è la Camera dei Giganti, una stanza dalle pareti arrotondate e interamente affrescata. Il tema della sala è il crollo della torre che i Giganti avevano costruito per raggiungere l’Olimpo degli dei e detronizzare Giove. Giove è raffigurato che scaglia fulmini, mentre gli altri dei assistono impauriti. 

Ma nel palazzo sono presenti molte sale e camere, ognuna con un tema particolare. 

L’appartamento del Giardino Segreto o della Grotta e le Fruttiere, recentemente restaurate, completano il giardino grande dell’Esedra.

Oggi Palazzo Te è sede del Museo Civico e del Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te. 

Mantova e il Palazzo Te fanno parte del patrimonio dell’umanità Unesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
error: Content is protected !!