Estadio Santiago Bernabeu – Real Madrid

Il Real Madrid è la squadra più vincente in campo europeo mentre a livello spagnolo è la squadra con più titoli con 33 vittorie nel campionato (la Liga), 19 Coppe del Re, 11 Supercoppe di Spagna.
Una squadra così vincente non poteva non giocare in uno stadio all’altezza della sua grande storia.

Creato nel 1902 come Madrid Football Club, il club blanco giocherà fino al 1912 in una vecchia spianata della Plaza de Toros Goya di Madrid.

Dal 1912 fino al 1923 il Madrid Football Club gioca nel Campo O’Donnell, capienza di 5.000 spettatori.

Nel 1943 il nuovo Presidente è Santiago Bernabeu, ex giocatore che decide la costruzione del nuovo stadio.

Nel 1947 viene inaugurato il nuevo Estadio Chamartín, nello stesso quartiere del vecchio stadio, nel frattempo demolito nel 1945. L’Estadio Chamartín aveva una capacità di 75.145 spettatori, dei quali 27.465 a sedere (7125 coperti) e 47.500 in piedi (2000 coperti) ma solo nel 1955 l’Assemblea dei Soci decise di intitolare lo stadio a Santiago Bernabeu.

Con il mondiale spagnolo del 1982 lo stadio subì un totale rinnovamento, venne creata una nuova tribuna e la capienza ridotta a 90.880 posti, di cui oltre 24.000 coperti. Venne ristrutturata la facciata, gli spogliatoi e la tribuna stampa.

Mentre il Real Madrid continua a collezionare titoli di Liga e vince la prima Coppa Uefa, lo Stadio Santiago Bernabeu viene ulteriormente ammodernato aumentando la capacità a 106.000 spettatori con oltre 20.000 posti a sedere in più. Ma nel 1998 con il Presidente Lorenzo Sanz la capienza fu nuovamente ridotta a 74.328 posti tutti a sedere per le nuove leggi antiviolenza.

Con Florentino Pérez negli anni Duemila, furono investiti oltre 127 milioni di euro nell’ammodernamento portando gli spettatori a 80.354 tutti a sedere. Nel dicembre 2004 fu creato il tour del Santiago Bernabeu

Il Tour Bernabéu conduce i visitatori attraverso i luoghi più emblematici del club e permette di vivere un’esperienza unica. Si può accedere al palco presidenziale, visitare lo spogliatoio dei giocatori, accedere al terreno di gioco e sedersi in panchina.

Il Tour Bernabéu permette di conoscere la storia del Real Madrid con la visita alla Mostra dei trofei e delle migliaia di oggetti del suo patrimonio, come magliette, palloni, foto e documenti. 

Nel dicembre 2020 nel Santiago Bernabeu iniziò il suo nuovo e totale rinnovamento.

A fine 2022, quando i lavori saranno terminati, l’impianto del Real avrà un prato retrattile, che potrà essere conservato sottoterra e lasciar spazio ad altri eventi sportivi, dal basket al tennis, ma anche a concerti, congressi e fiere. Completano questo gioiello di architettura il tetto richiudibile, per resistere agli agenti atmosferici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
error: Content is protected !!