La mensa

Arrivati nell’unico edificio adibito a mensa, utilizzato sia dai lavoratori ancora presenti nella zona di esclusione sia dai turisti, bisogna superare un controllo attraverso un body-scanner per verificare la presenza di radioattività sul proprio corpo.

Il pranzo “ecologico” (cibo non contaminato) è semplice ma molto ricco, in tipico stile sovietico.

Io avevo preso una zuppa di verdure, del riso con la carne, verdura e dell’ottimo kompot (bevanda tipica a base di frutta o di bacche).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
error: Content is protected !!