Cenacolo Vinciano e Teatro alla Scala – Milano

Le origini della Basilica di Santa Maria delle Grazie risalgono al 1463 quando il duca di Milano Francesco I Sforza ordinò la sua costruzione. I lavori terminarono nel 1482, anche se ulteriori modifiche fecero slittare l’apertura al 1490.

Nel refettorio del convento si trova la famosa Ultima Cena, meglio nota come il Cenacolo di Leonardo da Vinci, opera che richiese all’artista ben tre anni di lavoro a partire dal 1495.

Quando i Francesi conquistarono Milano (1499-1515), Napoleone fece trasformare la stanza in stalla per cavalli incurante del capolavoro mentre, durante i bombardamenti dell’agosto 1943, L’Ultima Cena si salvò per miracolo restando per quasi due anni all’aria aperta, coperta solo da un telo e da sacchi di sabbia.
Questo suggestivo pezzo di storia nel 1999 è stato sottoposto ad un profondo restauro, che ne ha portato al suo antico splendore uno dei capolavori più importanti di tutta l’arte cristiana.

Il Teatro alla Scala di Milano è uno dei simboli di Milano, oltre che simbolo della musica e della danza classica in tutto il mondo. 

Il Teatro alla Scala venne costruito sui resti del Teatro Ducale nel 1776 dietro ordine dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria e venne inaugurato due anni dopo. 

Il Teatro alla Scala, però, divenne il vero emblema del melodramma italiano soltanto nel 1812. Nel 1839 apre la magnifica era del grande Giuseppe Verdi, il compositore famoso in tutto il mondo che più di ogni altro è legato alla storia del Teatro alla Scala. Al Teatro alla Scala con il passare dei decenni iniziano ad arrivare anche le grandi voci, come quella di Maria Callas, del maestro Luciano Pavarotti, di Placido Domingo e di grandi ballerini del calibro di Rudolf Nureyev e di Carla Fracci.

Nel corso degli anni il Teatro alla Scala di Milano ha subito diversi restauri anche se il più profondo ed importante risale al 2002 e durò fino al 2004. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto
error: Content is protected !!