Palazzi bombardati dalla NATO – Belgrado

Quando nel resto dell’Europa si affrontavano problemi legati alla superstizione del nuovo millennio in Jugoslavia si combatteva una guerra fratricida fra le truppe serbe e la popolazione kosovara.

Questa guerra venne chiamata Guerra del Kosovo ed è l’ultimo capitolo delle sanguinose guerre balcaniche.

Il 24 marzo 1999, alle 20.25, il primo bombardamento su Belgrado; il 26 le «operazioni», chiamate interventi umanitari, erano già 500.

Le operazioni umanitarie di bombardamento durarono 78 giorni e scaricheranno 2.700 tonnellate di esplosivo sulla capitale della Jugoslavia.

Restano ancora oggi da stabilire le vere cause che spinsero la Nato a quell’attacco.

Dietro alle retoriche dell’emergenza umanitaria si nascondono, come sempre, ben più̀ urgenti ragioni politiche ed economiche.

Il bombardamento di Belgrado venne celebrato come “un giorno importante per la democrazia mondiale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
error: Content is protected !!